Find Us Online At
iBookstore
Like Us
A programme by
Mercurio ci fa vedere di che pasta non è fatto

Giorno 3 al Campo di Notizie Spaziali '11

5 October 2011

La navicella spaziale MESSENGER ha completato un viaggio lungo e difficile verso Mercurio, il pianeta più vicino al Sole. E oggi gli astronomi che lavorano alla missione MESSENGER hanno annunciato tante nuove scoperte per cui valeva la pena affrontare le difficoltà del viaggio.

La sonda MESSENGER non ha potuto dirigersi direttamente verso Mercurio, perché viaggiare verso questo pianeta significa andare verso il Sole. Questo sarebbe stato un bel problema per MESSENGER, poiché l’attrazione di gravità del Sole avrebbe accelerato la navicella portandola ad una velocità troppo alta per riuscire ad entrare in orbita attorno a Mercurio – la navicella sarebbe semplicemente passata oltre! Per aggirare il problema, MESSENGER ha dovuto prendere una strada panoramica e utilizzare con astuzia la gravità degli altri pianeti per rallentare durante il viaggio.

Per questo motivo, il viaggio di MESSENGER verso Mercurio ha richiesto più di sei anni! Finalmente, circa sei mesi fa, la sonda è entrata in orbita attorno a Mercurio. Oggi, gli astronomi che lavorano alla missione hanno iniziato a raccontare quello che hanno imparato finora – e ci sono state delle sorprese!

Per esempio, gli astronomi si aspettavano che sulla superficie di Mercurio ci fosse una grande quantità di ferro. Per verificare se la previsione era corretta, la navicella MESSENGER, utilizzando macchine fotografiche speciali, ha studiato il modo in cui la luce rimbalza sulla superficie del pianeta, visto che tipi differenti di rocce e metalli riflettono la luce in maniera diversa. Ma, nello stupore generale, le osservazioni hanno rivelato che c’è ben poco ferro sulla superficie di Mercurio. Questa scoperta significa che gli astronomi dovranno trovare un’altra spiegazione per come il pianeta si è formato.

Questa ed altre scoperte fatte da MESSENGER sono state annunciate oggi ad un incontro di astronomia tenutosi in Francia, dove circa 1,400 astronomi da tutto il mondo si sono riuniti per condividere gli ultimi risultati delle loro ricerche sui pianeti. Puoi leggere altre novità venute fuori all’incontro alla fine di questa pagina.

Fatto curioso

MESSENGER è la prima navicella spaziale a orbitare il pianeta Mercurio. Ma un’altra navicella, chiamata Mariner 10, ha sorvolato il pianeta nel 1975.

Share:

Images

Mercury-Messenger
Mercury-Messenger

Printer-friendly

PDF File
975.3 KB